venerdì 25 maggio 2012

INCAZZATO CON GROUPON

Rieccomi sul Corriere della Sera. Incazzato ma assieme propositivo.
Non ho potuto infatti esimermi dal voler rispondere alla mia maniera a quanto letto pochi giorni fa: un'intervista di Fabio Savelli a Boris Hageney, amministratore delegato di Groupon Italia, su La nuvola del lavoro.

Mi sono sentito estremamente coinvolto nell'argomento, tanto in qualità di giovane laureato italiano quanto soprattutto di esperto linguistico passato attraverso (come ben sapranno coloro che hanno letto il mio romanzo autobiografico) una selva oscura di difficoltà professionali negli ultimi anni.
Il discorso di Hageney inizialmente non fa una grinza: sono io il primo a sostenere -prove alla mano- che in Italia le lingue straniere siano un dramma nazionale. Una volta constatato questo, pero', trovo inappropriato che i manager manchino nel più dei casi di offrire adeguate opportunità e retribuzioni ai giovani preparati. Ho purtroppo provato sulla mia pelle quanto questo accada in ambito linguistico, ma leggendo la mia lettera aperta capirete quanto io faccia riferimento ad un quadro ben più ampio.

E, come noterete, non ho voluto togliere il disturbo senza lanciare quella che in gergo di marketing si chiama "call to action".
Che dite, il Sig. Hageney accetterà l'invito?


Aggiornamento al 20 giugno 2012.
Settimane di silenzio mi lasciano dedurre che Hageney non abbia accolto il mio invito.
Il giorno stesso della pubblicazione della lettera aperta sul Corriere ho invece ricevuto una richiesta di connessione su LinkedIn apparentemente da parte del Social Media Manager di Groupon Italia, con la specifica "We have done business together". Scontato dire che l'ho prontamente cestinata, dato che "business" con loro e con la persona in questione non ne ho certamente mai fatto e che, parallelamente, per interagire con me ci sono appositi canali che un esperto Web aziendale dovrebbe saper riconoscere.
La mia proposta per Hageney rimane aperta e parallelamente sarà mia cura aggiornare voi lettori su eventuali sviluppi. 

4 commenti:

  1. Mattia ma vallo a cercare un lavoro invece di criticare28 maggio 2012 00:04

    Abbiamo letto la stessa intervista e ha indotto in entrambi il bisogno di scrivere, ma le nostre reazioni sono state ben diverse. Ti scrivero in privato per spiegarti a cosa mi riferisco, qui pubblicamente per ragioni che poi comprenderai non mi sembra il caso, mi limito solo a dirti che il tuo intervento sul corriere trasuda supponenza e non denota alcuna voglia darsi da fare per cercare davvero un lavoro. Spero fosse solo un espediente per fare pubblicita al tuo blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ma secondo te io non ho mai cercato un lavoro oppure ora come ora non sto lavorando?
      Prenditi un tot di tempo per cercare le risposte, che sono tutte sul mio blog oltre che nel mio libro.

      La supponenza, caro mio, è quella di chi arriva e spara un commento come il tuo senza essere adeguatamente informato sul background della persona a cui si rivolge.
      La mia, semmai, è rabbia mista all'assenza di sudditanza psicologica nei confronti di figure per cui il più delle persone nutre una miope riverenza.

      Elimina
  2. Esatto Mattia. Purtroppo molte persone parlano senza alcuna cognizione di causa.
    Sul lavoro a Groupon, come su tutto il mondo dei daily deals, purtroppo c si crede ancora alle favole...o alle parole di manager che fanno vedere su un lato della medaglia.
    Il Grouponista Ignaro

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Colgo l'occasione per aggiornare tanto te quanto il resto dei lettori che, a quanto pare, Hageney non ha accolto il mio invito.
      Nel mentre ho invece ricevuto una richiesta di connessione su LinkedIn apparentemente da parte della persona che a Groupon Italia si occupa di comunicazione e Web, con la specifica "we have done business together". Scontato dire che l'ho prontamente cestinata, dato che "business" con loro e con la persona in questione non ne ho certamente mai fatto e che, parallelamente, per interagire con me ci sono appositi canali che un esperto web aziendale dovrebbe saper riconoscere.

      Elimina