martedì 5 giugno 2012

LE LEZIONI CHE ACCETTO


Quando mi trovo a leggere in rete in merito ai giovani d'oggi, fondamentalmente m'imbatto in due schiere d'utenti: di fronte ad una storia negativa noto derrate di accusatori di "piagnucoloneria"; di fronte ad una positiva proliferano invece i detrattori. Parallelamente sorge un altro problema: i protagonisti di determinate uscite sono non di rado pessimisti o ottimisti per partito preso, anziché per esperienza.

Lo scontro incrociato di queste 4 schiere genera un guazzabuglio dialettico che s'impossessa del più dell'attenzione e dello spazio mediatico senza che di fatto si venga a capo di nulla.
Personalmente, col mio romanzo autobiografico e il conseguente vissuto, io mi attesto come membro un'ulteriore categoria: i pessimisti empirici. E passerei volentieri sull'altra sponda, quella degli ottimisti empirici: starei meglio io per primo se fossi uno di loro, nicchia di eletti dal destino con ragioni concrete (cioè monetarie) per sorridere anche di questi tempi. Uno di loro è certamente lo svedese Sebastian Semiatkowski, giovane fondatore di Klarna.

Una storia particolare (ancora una volta non italiana) e un prodotto che in tutta sincerità nemmeno mi esalta nonostante quanto sia dalla parte del consumatore, comunque certamente un esempio di chi concretamente ce la sta facendo anziché di chi pensa potrebbe farcela/sogna potrebbe farcela/dice che potrebbe farcela.

Un esempio in carne e ossa, un lieto fine reale e qualche consiglio: sono queste le cose che m'interessano, sono queste le lezioni che accetto.
Tutto il resto, come per il Califfo, è noia.

4 commenti:

  1. Dalla nascita della repubblica

    Governanti e Oppositori si sono sempre trovati d'accordo

    anche quando si è trattato di annullare il volere del Popolo

    vedi Referendum aggirati
    Rimborso ai Partiti responsabilità Giudici riforma delle pensioni

    che per loro è diventata VITALIZIO ecc


    Nei laboratori della Politica come gli azionisti si spartiscono ad ogni legislatura
    quote In percentuale dei voti ricevuti .

    Urge trovare al più presto un vaccino che ci liberi da questi virus
    perché il sistema sta andando in cancrena. VITTORIO

    ps lo spread serve ai parassiti in tempo di magra per potere speculare.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Vittorio, ti spiacerebbe dirmi come quanto scrivi si collega all'argomento del post?

      Elimina
    2. Ciao,

      si potrebbe comunque tentre la via di tenere una posizione di "utopico disincanto". Da questa posizione poi, si potrebbe guardare ai propri sogni con indulgenza e, avendo l'ardire poi, di provarci. Insomma crederci e lavorare sodo. L'ambiente che abbiamo intorno ci condiziona, volenti o nolenti, forti o deboli ma non deve fornirci un alibi. Non mi frega nulla dei soldi, se non nella misura in cui mi concedono una vita dignitosa, differentemente, siccome il lavoro occupa la maggior parte delle mie ore mi frega oltremodo dei questo abitat forzato, o forzoso.......dove ci sono persone che meritano ed altre no(e sembra che le seconde raccolgano molto più successo, buon per loro...)
      "Il pessimismo è un lusso che mi permette di gioire ogni volta che vengo contraddetto (altrimenti avrei sempre ragione)"

      bonne chance

      Elimina
    3. Ciao, grazie per l'interessante commento. Mi viene da pensare che quello che tu chiami "utopico disincanto" sia stata l'anticamera del mio pessimismo empirico e parimenti ora sia quel sentimento che nuovamente covo dentro e mi sta facendo maturare il desiderio di ridare ancora una chance all'Italia. Nel caso, comunque, mi sono ripromesso sarà l'ultima (di una lunga serie). E' qui la cosa triste

      Elimina