giovedì 30 agosto 2012

UL LIBER L'E' SUL TAUL

Prima leziun: ul liber l'è sul tàul.
Eh sì, dovrei cominciare così se mi fosse concessa l'opportunità di fornire consulenza linguistica al Comune di (udite udite) Milano. D'altra parte se è con "The pen is on the table" che si dà il via all'apprendimento dell'inglese, non credo vi sia trasposizione migliore per (ri)educare i meneghini dopo quanto visto in città per la promozione del festival MiTo.

Il tentativo è di per sé carino, peccato però che lo strafalcione riporti alla mente le contorsioni di Aldo alias "Brambilla Fumagalli" in Tre uomini e una gamba.
Se da un lato mi sento male io per l'imbarazzo che ora proveranno gli autori di un visibilissimo errore (ironia della sorte, oltretutto, una specie di meridionalismo), dall'altro sogghigno pensando che il cosmo mi stia ripagando per tutte le volte che fra Duomo e dintorni ho visto sminuire la categoria di cui faccio parte: gli esperti lingusitici.

Così, mentre mi prendo una notte per valutare se realmente convenga aggiungere la voce "dialetto" al CV, mi permetto di omaggiare le parti in causa con un componimento poetico nella varietà in questione.
Ironico, sì, ma non soltanto.

Prufesiunisti che sii pagaa
cunt i danee che mi vedi no
par che l'è ura d'andà a ripasà
lingua e cultura del nord del Po'.

Mi che sun giuin e sun vegnüü sü chi
a parli ingles, a parli frances
tudesc, italiàn, spagnol, portughes
ma mi e 'l me nonu a se parlum inscì.

E a foo instess cunt ul me pà
quand l'è strac che ghe la fa püü
e se tegnum al rent al coeur 
anca se se mandum a dà via 'l cü.
E a foo instess anca in di bar
se disi a un veget de pagà 'l mè bianchin
e lüü el rit, el me cugnus no
ma cunt ul dialet a sa sentum visìn.

Bela l'Italia del dì d'incöö
cunt anca african, qui de l'Est e cines
l'è minga la raza sa pensum un poo
a perché se fadiga a la fin del mes.
Lader a part, ul prublema che ghè
l'è che l'ofelee al pöö pü fà 'l sò mesté
te ghe credet no? Varda mi chi a Milan
g'ho mai voltà ‘l cü, ma m'han rübà 'l pan.

Nessun commento:

Posta un commento