giovedì 31 gennaio 2013

DISOCCUPAZIONE: ALLEGRIA!

Scemo io. E che ci posso fare? Non avevo mica capito com'è che funziona...
Pensavo che perdere il lavoro fosse una disgrazia e che ci si dovesse applicare per trovarne un altro con la massima rapidità. Invece no: per qualcuno il licenziamento corrisponde all'inizio della ricreazione. Allegria!

Io: "...beh, ascolta, vista la situazione ti girerei dei contatti che normalmente tengo da conto per le emergenze. Mi raccomando, però: non darli a nessun altro".
Persona: "No, no...io non cerco nulla, non c'è bisogno. Se trovo lavoro non prendo la disoccupazione!".

Dalle mie parti, fino a non troppo tempo fa ricevere un sussidio di disoccupazione era motivo di vergogna (citofonare alla generazione di mio padre per ulteriori informazioni). Oggi, invece, c'è chi in esso vede il voucher per una bella vacanza pagata.
A tutti questi soggetti auguro un sonoro ceffone di vita: l'unica speranza per un risveglio, per quanto drastico.

Nessun commento:

Posta un commento