mercoledì 9 gennaio 2013

McPOLEMICA'S

Se mai finissi a rispondere ad un inchiesta sul gradimento dei fast-food, mi auguro che in categoria "Utilità" il questionario presenti l'opzione "servizio igienico gratuito". L'unica casella che vorrei poter barrare.
Se non fosse che, dati i tempi di crisi, tocca riconoscere che vi sia anche un'utilità in termini d'impiego.

In questi giorni, ad esempio, lo spot di McDonald's pubblicizza 3000 nuovi posti di lavoro nei prossimi 3 anni. La CGIL controbatte evidenziando il tasso di precarietà e gli obblighi imposti sui turni. Elsa Fornero si dice comunque a favore degli imprenditori che in tempi di crisi favoriscono l'occupazione.

Siamo talmente alla corda che, nella patria della globalmente apprezzata dieta mediterranea, tocca dire grazie a chi promulga usi alimentari agli antipodi. D'altronde, però, se i fast-food abbondano non è perché credono nell'Italia come insieme di valori, bensì unicamente in veste di fonte d'introito. E a ragion veduta, visto quanti figli del Belpaese fanno volentieri la fila alle casse.

Stando così le cose, anche io riconosco l'utilità in termini occupazionali di queste realtà.
Ciò non significa che sia felice di vederle proliferare, così come che i sindacati non abbiano motivo di sollevare determinate polemiche. Ma con la disoccupazione ai massimi, ha ragione Elsa.
Sta poi a noi non prendere eventuali ultime spiagge come campeggi, così come alzare la voce in caso ci venissero spacciate per resort.

Nessun commento:

Posta un commento