mercoledì 25 settembre 2013

SE QUESTO E' IL VOSTRO MARKETING...

Disse Mike Bongiorno ad Antonella Elia: "Stai entrando nelle case degli italiani. Ricordati che bisogna farlo in punta di piedi".
Tralasciando il dramma di quanta TV io abbia fagocitato per avere chiaro in mente quel passaggio, c'è da riconoscere che mister "Allegria!" avesse ben assimilato un cardine della comunicazione commerciale: proporsi senza invadere. La scorsa settimana ha invece palesato alla mia e-mail dei novelli "principi della gaffe".

ANTEFATTO
Su un quotidiano locale, leggo di una nota azienda delle mie parti che rifiuta di dislocarsi in zone fiscalmente meno ostiche (cioè l'elvetico Canton Ticino, attualmente affamatissimo di aziende desiderose di trasferirvisi) per continuare ad investire nel nostro paese, tramite persino il lancio di una nuova sede operativa in terra lombarda.

PRIMO PASSO
Apprezzando tanto il coraggio quanto fiutando possibili aperture, invio una candidatura spontanea.

SECONDO PASSO
Mi rispondono nel giro di 24 ore, dicendomi però di essere già ad organico completo per quanto riguarda le posizioni compatibili col mio profilo.
Peccato, ma grazie comunque per avere risposto. Questa la sostanza della mia replica, corredata di cari saluti e inviti a ricontattarmi in caso di possibilità future.

TERZO PASSO
A distanza di mezz'ora mi arriva una nuova e-mail dall'azienda: "Per iscriverti alla newsletter clicca qui".
Trovo la cosa abbastanza fuori luogo, data se non altro l'incongruenza rispetto al motivo della mia interazione. Senza troppo prendermela, comunque, opto per la semplice via di ignorare il messaggio.

QUARTO PASSO
Ed ecco che il giorno seguente ricevo la newsletter.

Condensando derrate di ragionamenti in una sola metafora, qui siamo di fronte ad una dinamica del genere: un ragazzino corteggia la compagna di scuola, lei gli serve un 2 di picche ma mezz'ora dopo gli invia la richiesta di amicizia su Facebook. E attenzione che non è finita: lui ignora la richiesta e a quel punto lei lo aggiunge automaticamente al gruppo aperto dedicatole.
Secondo voi, percentualizzando, quante sono le possibilità che questo ragazzino sia passato da un'erezione a una girata di coglioni?

2 commenti:

  1. Non cambiano mai, eh!

    Hai provato a mandare il tuo cv a qualche scuola che offre ripetizioni a pluriripetenti o "assistenza" per la redazione di tesi di laurea. Non rispondono mai. In compenso ricevo tutti i giorni una mail che mi avverte che non è mai troppo tardi per diplomarsi...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Chissà dove pensano di arrivare con queste mirabolanti strategie promozionali. Ci vuole del genio proprio!

      Elimina